Home
Ultima modifica: 12 Mar 2018

Gli studenti ripuliscono Mombello, scovati 136 Kg di rifiuti

La lettera che hanno scritto i ragazzi di 3etp e che abbiamo inviato alle autorità

12/02/2018

Gentili Autorità locali;

ci rivolgiamo a voi in nome di studenti collaboratori con il progetto eTwinning e SERR propostoci dalla nostra prof.ssa di Inglese Vergombello Raffaella.
Il progetto eTwinning denominato “Eco-friendly High School” è un progetto di sensibilizzazione sull’ambiente che comprende l’operato di molte scuole di diversa nazionalità, tra cui la nostra scuola Luigi Castiglioni di Limbiate (MB), Italia.
Questo progetto ci ha offerto materiale digitale che abbiamo reperito attraverso l’omonima piattaforma digitale; questo materiale, che è composto principalmente da suggerimenti e direttive, ci ha aiutato nell’efficace svolgimento del progetto, mediante il nostro impegno per la sostenibilità ambientale del nostro territorio
Il nostro programma di sensibilizzazione è iniziato con alcune lezioni introduttive sulle problematiche ambientali locali, nazionali e anche internazionali, tramite la visione di video, immagini e approfondimenti trattati dalla nostra docente di Inglese.
L’esperienza pratica di raccolta differenziata si è tenuta per tre settimane, a partire dal 06 al 25 Novembre 2017. La zona su cui abbiamo operato è quella di pertinenza dell’istituto ed è stata suddivisa in tre macro-aree.
Durante l’esperienza pratica abbiamo catalogato i tipi di rifiuti trovati e inoltre li abbiamo pesati per avere, al termine del progetto, un’idea generale delle condizioni ambientali del nostro Istituto.
Vogliamo dunque riportare i dati della raccolta differenziata.

Nella prima zona durante le tre settimane abbiamo raccolto:

  • Plastica: 30,105 Kg
  • Carta: 6,590 Kg
  • Vetro: 21,060 Kg
  • Metallo: 29,015 Kg
  • Organico: 1,930 Kg
  • Altro (materiale non riciclabile): 15,25 Kg

Vogliamo precisare che nei rifiuti non riciclabili sono stati messi anche i mozziconi di sigaretta che il loro peso ammonta a 1,140 Kg.
Quindi durante la prima settimana di raccolta differenziata sono stati raccolti ben 103,725Kg di rifiuti.
Nella seconda zona durante le tre settimane abbiamo raccolto:

  • Platica: 9,935Kg
  • Carta: 2,570 Kg
  • Vetro: 0,120 Kg
  • Metallo: 0,185 Kg
  • Organico: 0,07 Kg
  • Altro (materiale non riciclabile): 0,960 Kg

I mozziconi di sigaretta raccolti in questa zona ammontano a 0,300 Kg.
Il peso dei rifiuti in totale raccolti in questa zona hanno un peso complessivo di 13,84 Kg.
Infine nella terza zona durante le tre settimane abbiamo raccolto:

  • Platica: 9,280 Kg
  • Carta: 2,730 Kg
  • Vetro: 0,320 Kg
  • Metallo: 0,530 Kg
  • Organico: 0,420 Kg
  • Altro (materiale non riciclabile): 5,710 Kg

I mozziconi di sigaretta raccolti in questa zona ammontano a 0,08 Kg.
Il peso dei rifiuti che sono stati raccolti in quest’ ultima zona in totale è 18,99 Kg.
In totale durante le tre settimane sono stati raccolti ben 136,555 Kg.
Oltre ai rifiuti elencati, abbiamo anche trovato scarichi abusivi di macerie edili, un seggiolino per bambini, molti indumenti sia da uomo che da donna e molti altri “strani oggetti”
Durante il progetto di raccolta noi studenti e i nostri tutor che ci hanno accompagnato durante questa esperienza, la prof.ssa Vergombello e la prof.ssa Mantegazza (docente del nostro istituto, responsabile delle sue politiche ambientali), eravamo equipaggiati di DPI (dispositivi di protezione individuale) idonei e necessari per questo lavoro, come le scarpe antinfortunistiche, guanti e pinze per raccogliere i rifiuti. Inoltre, abbiamo indossato delle pettorine catarifrangenti con una spilla del progetto eTwinning sul petto e nel corso dell’ultima settimana, del EWWR (SERR= settimana europea per la riduzione dei rifiuti), in quanto l’azione è stata registrata tra le molte iniziative di sensibilizzazione ambientale in Italia e in Europa.
Terminato il Progetto abbiamo discusso e analizzato i dati raccolti con i professori che ci hanno accompagnato in questa esperienza.
La nostra opinione rispetto alla funzionalità e alla necessità di questo progetto è favorevole, ma demoralizzanti sono i dati che abbiamo ottenuto.
Infatti, non ci saremmo aspettati di trovare così tanta immondizia nelle zone limitrofe al nostro Istituto. Un’altra cosa molto sconvolgente è che il Parco delle Groane man mano che il tempo passa viene trascurato sempre di più, anche se vengono proposte molte iniziative, infatti secondo noi studenti il parco sta diventando sempre di più una discarica a cielo aperto. Un altro tasto molto dolente per il Parco delle Groane è la zona dell’ex Manicomio di Mombello. Infatti esso sta diventando un ricettacolo di sporcizia e di persone non gradite, molto pericolose non solo per noi studenti, ma anche per tutte le persone che devono attraversare la zona del manicomio per andare a scuola o al lavoro.
Inoltre abbiamo saputo che molti degli ex padiglioni hanno presenza di amianto, compreso il tetto dell’ex obitorio proprio all’interno del nostro nuovo plesso scolastico, che dovrà essere smaltito entro Gennaio 2019. 
Certamente noi studenti comprendiamo il Vostro sforzo, presente e passato, per mantenere il Parco delle Groane un luogo sano e bello, ma purtroppo molte volte quegli sforzi risultano vani a causa dell’incuria in cui verte la zona.
Proprio per questo ci rivolgiamo alle autorità locali, ma anche provinciali, regionali e nazionali per apportare un immediato intervento necessario per non perdere del tutto il decoro della nostra scuola, del Parco delle Groane, dell’ex Manicomio di Mombello, di Limbiate e di una parte di Lombardia, cercando così di investire e di credere nuovamente in una rinascita positiva di questo luogo.
Vi ringraziamo per la vostra cortese attenzione e Vi porgiamo i più cordiali saluti.
3^ ETP, L. Castiglioni, Limbiate(MB).

Alcune immagini sul nostro progetto di pulizia della scuola e di Mombello




Link vai su

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi